La cura





Supererò le correnti gravitazionali,
lo spazio e la luce
per non farti invecchiare.
E guarirai da tutte le malattie,
perché sei un essere speciale,
ed io, avrò cura di te. 
(F. Battiato)




Ecco, se abitate in Germania è possibile che l’approccio del vostro medico di base non sia così poetico. 
Qui i dottori sono diversi, lo vivo sulla mia pelle e lo sento dire spesso. Non meglio. Non peggio. Solo diversi. 
Poco tempo a disposizione, troppi pazienti. Io della mia dottoressa della mutua avevo anche il numero di casa, la potevo chiamare in qualunque momento e sapevo che in certi giorni e orari della settimana veniva a fare le visite a casa. E soprattutto, rispondeva al telefono! Qui se si chiama lo studio, sfondare il muro delle assistenti è impossibile, non te lo passano il dottore, sicuro! Stessa cosa, a detta delle mie amiche rimaste in Italia, succede nel caso del pediatra, che loro chiamano più o meno tranquillamente in caso di emergenza. 
Immagino però che per cose davvero gravissime anche qui l’assistenza sia garantita, con tutto quello che costa!

Ma c’è una cosa che i medici italiani non hanno capito: le medicine non servono!
Perché qui in Germania c’è una cosa che guarisce tutto, una formula magica, un’alchimia della natura, un metodo democratico che tutti si possono permettere. L’acqua. 

Viel Trinken!

Qualsiasi cosa abbiate, bevete tanto, perché solo così ne venite fuori.
Influenza – viel Trinken!
Gastroentrerite – viel Trinken!
Gravidanza (che non è una malattia ma comunque uno stato particolare) – viel Trinken!
Viel Trinken per le malattie in cui il bere tanto è logico, come la cistite (che si dice Blasenentzündung).
Viel Trinken anche quando non si vede il nesso – l’otite (di cui ho parlato qui).
Viel Trinken dopo un parto. Viel Trinken dopo che si è stati dal dentista. Viel Trinken se ti sei rotto un braccio.

L’acqua cura tutto, elimina le emicranie, fa scordare i dolori mestruali, dà sollievo alla schiena affaticata.
Viel Trinken per non sentirsi tristi. Viel Trinken per combattere lo stress.

“Frau Gambini, trinken Sie viel” mi sento dire ogni volta dal medico dopo 1 ora di attesa – e ci vado solo perché mi serve il certificato da portare al lavoro, ormai la solfa l’ho capita!

Però in certi casi l’acqua non basta e cioè se ad essere coinvolti nel malessere sono bronchi e polmoni. Ecco che la potenza dell’acqua deve essere per forza associata alle qualità salvifiche di un altro elemento: l’aria.

Viel Trinken und inhalieren mi dice il mio Artz se nota l’affanno.

Metodi magici che vanno applicati a tutte le età, anche le più tenere.
Perché per curare un bambino di quasi 3 anni con bronchite spastica o con polmonite non serve certo l’antibiotico, che fa male. Il segreto è uno solo: "lo faccia dormire leggero e con la finestra aperta". "Scusi, ma fuori di notte ci sono 3 gradi!" -  "Appunto."
Però, sarà la tempra, sarà il sangue, sarà il caso, ma Davide a suon di finestra aperta è guarito… e in soli 3 giorni. 


PS: prendete questo post per quello che è. Ovvio che in caso di malattie gravi i medici curano! Però mi raccomando, antibiotici sì ma anche Viel Trinken!

Fonte immagine: http://www.innlinea.it/acqua-grander/