domenica 26 novembre 2017

A scuola da solo

- “Sei sicuro che non devo portarti almeno un pezzetto?”, chiedo sulla porta ancora in vestaglia. Se mi sbrigo arriviamo al massimo con 5 minuti di ritardo.
- “No mamma, ti ho detto che ce la faccio” - ha già il piede giù dal primo gradino.
- “Allora, ripetiamo. Quando esci dalla porta c'è l'uscita del garage dell'Edeka...”
- “Sì mamma, guardo bene!”
- “E poi superato l'angolo, dove c'è il negozio devi...”
- “Stare attento alle macchine.”
- “E prima del semaforo c'è la...”
- “La pista ciclabile, lo so-o. Anche dopo il semaforo. Ti prometto che sto attento”.

Ha lo sguardo divertito di chi, dopo quasi sette anni, mi conosce come se stesso. Sa perfettamente che una volta chiusa la porta inizierò a piangere. Anzi, le lacrime di commozione mi stanno già salendo mentre gli dico che ci vediamo oggi pomeriggio, "vengo a prenderti un po' prima" – e la voce si spezza.
Lo guardo dalla finestra mentre incontra la sua amica Pauline. Controlla meticolosamente l'uscita del garage senza farsi distrarre. Seguo la scia dei catarifrangenti della sua cartella.
La prima volta a scuola da solo dopo soli due mesi. E io dimezzata tra orgoglio e terrore.

Questo, l'avrete capito, n o n è il racconto di un bambino più coraggioso degli altri e della sua mamma particolarmente sicura, moderna, aperta – o degenere a seconda dei punti di vista.

Mandare i bambini a scuola da soli fin da subito è una vera e propria missione qui ad Amburgo, con tanto di campagna di sensibilizzazione lanciata a più mani dall'Ente scolastico e dalla Polizia.

Il volantino della campagna “Zu Fuß zur Schule und zum Kindergarten” (A scuola e all'asilo a piedi) è stato uno dei primi documenti che ci è capitato tra le mani durante l'iscrizione a scuola, a Giugno.
“Seee, figuriamoci se lascio andare il bambino a scuola da solo in prima elementare” - dico a Sven prima di iniziare a leggere.
Il volantino però ci mette ben poco a farmi riflettere sul perché la cosa sia più che sensata e il discorso della maestra alla prima assemblea di classe toglie ogni dubbio.

.