mercoledì 22 ottobre 2014

Gegen die Wand

Caro blog,
è vero che vivo in un Paese senza crisi, con uno stato sociale, in cui le cose funzionano e bla bla bla. Ma posso lamentarmi lo stesso?
Io le segretarie dei medici amburghesi le odio. Tutte! Sì, lo so che odiare è una brutta cosa ma sono letteralmente f u r i o s a!

Cominciamo dal principio.
Il crucchino nr. 2 è nato con un piedino speciale: il secondo e il terzo ditino del piede sinistro sono attaccati. "Proprio come me" - ha esclamato Sven pieno di orgoglio in sala parto! Niente di grave mi dicono in ospedale, non ostacolerà la sviluppo motorio. Più scrupoloso è invece il nostro pediatra che ci consiglia di farlo dividere finché è piccolo che non se ne accorge neanche (e almeno gli altri bambini non lo prendono in giro). Sven, a cui le ditina sono state separate da piccolissimo, è d'accordo. Io invece sostengo che in una città in cui si mettono i sandali 4 giorni l'anno possiamo ben fregarcene a meno che non sia lui a dirci di intervenire. Il medico appiana le divergenze invitandoci comunque a far visitare il bambino da un chirurgo che deciderà poi se sia il caso di operare e quando. Siamo entrambi convinti, meglio togliersi il dubbio.
Chiamo quindi l'ospedale consigliatomi spiegando il tutto e devo fare i conti con il muro della segretaria. Sì perché quando si deve prenotare una visita non basta telefonare e farsi dare un appuntamento. NO! Bisogna prima spiegare per filo e per segno e, come nel nostro caso, convincere la segretaria, o assistente come ci tengono a sottolineare, che la visita sia realmente necessaria. 
"Noi la chirurgia estetica sui neonati non la pratichiamo" mi sento dire al telefono. Le spiego che il pediatra non è proprio sicuro al 100% che sia solo un problema estetico e che è stato proprio lui a dirmi di telefonare. Niente. Muro.
Allora torno dal pediatra che mi dà il numero del chirurgo infantile icsipsilon amico suo.
Altro medico, altro muro: "per cosa le serve la visita? - sindattilia al piede secondo e terzo dito - di solito per queste dita non si opera - (miiiii che odio!) lo so ma sono stata mandata dal pediatra per avere un consulto - (infastidita) sappia che non ho appuntamenti liberi prima di due mesi - kein Problem".
Oggi il chirurgo icsipsilon mi dice di prendere un appuntamento con il chirurgo dell'ospedale. Spiego di essere già stata rimbalzata una volta e lui mi assicura che con la sua ricetta ci prendono. "Tanto è solo per togliere i dubbi, una lastra e via".
Ore 10.36, chiamo l'ospedale e riconosco al volo la voce della segretaria dell'altra volta. "Guten Tag, mi manda il chirugo icsipsilon, il mio bambino ha una sindattilia al secondo e terzo dito piede sinistro.. - (mi interrompe) noi generalmente per questo tipo di... - (la interrompo io) sì lo so, abbiamo già parlato al telefono qualche mese fa MA il chirurgo icsipsilon mi ha detto che è bene controllare per essere certi che sia tutto a posto, ho anche la ricetta - sì ma di solito queste dita non compromettono... - (ooooohm non ti incazzare non ti incazzare non ti incazzare) ..."
Alla fine sono riuscita a "convincerla" e Giacomo verrà visitato a maggio.

Ora una sfilza di domande.
1) Ma è possibile che io debba convincere una segretaria per avere un appuntamento con un medico?
2) Ma questi qui non li vogliono i miei soldi (cioè quelli dell'assicurazione sanitaria che però paghiamo noi)?
3) Da quando le segretarie dei medici sono laureate in medicina e chirurgia?
4) Ma queste chi cavolo si credono di essere? Delirio di onnipotenza? Bisogno di trovare un loro posto di prestigio nel mondo del lavoro? 
5) Dopo quanti muri di segretarie si può perdere la pazienza? 
Una volta l'assistente del pediatra tentava di capire al telefono cosa avesse Davide. "Ma macchie come? Rosso scuro o chiaro? Crede che sia..." e mi sbatte nella cornetta un nome impossibile, in tedesco per giunta! Al che io rispondo: "senta, io la laurea in medicina non ce l'ho altrimenti non avrei telefonato e purtroppo le tante puntate di Grey's Anatomy, Dr. House e ER non mi hanno ancora resa abbastanza esperta". E me ne pento subito, perché ho imparato che qui le risposte irriverenti non piacciono, il sarcasmo non viene capito, l'ironia non viene apprezzata.
Che poi pensate alla conseguenza sociale di tutto ciò. Nella vita frenetica che abbiamo si sfruttano le pause per prendere appuntamenti. Quindi domanda 6) Perché devo sentire descrizioni dettagliate di muchi, pus, pustole e cacche (di neonati e non) mentre sono sui mezzi o a pranzo?
7) Capita solo a me tutto ciò? Ci sono in Italia le barricate telefoniche tra paziente e segretarie? E nelle altre città tedesche o negli altri quartieri di Amburgo?

Tra l'altro ho già trattato il tema medico in questo post che vi consiglio di leggere per evitare attese inutili dal dottore > http://bit.ly/la_cura (e avevo già menzionato il muro delle assistenti).

Nota: parlo al femminile di segretarie non per sessismo ma perché non ho fatto l'esperienza con gli assistenti uomini. Voi? 

Sulla sindattilia c'è chi ci scherza su comunque...

Dita del piede unite
Fonte immagine: http://wirenews.altervista.org/blog/i-tatuaggi-piu-strani-fatti-sui-piedi-clicca-e-guarda-le-foto/

8 commenti:

  1. Anche le segretarie in Italia servono per scremare i pazienti, ma ci sono dei limiti!
    Un conto è tenere a bada un genitore ansioso e rompi scatole, un altro è fare diagnosi telefoniche senza alcuna competenza! Capisco benissimo la tua arrabbiatura. Attualmente non mi è mai successo, ti consiglio alla prossima chiamata di interrompere e chiedere cortesemente "parlo con la dottoressa o la segretaria?? forse c'è un equivoco" almeno capisce che sta esagerando!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco giusto, proprio questo vorrei aggiungere: vero che ci sono genitori che portano i figli dal pediatra se fanno una scorrengina un po' più forte del solito ma per fortuna mica siamo tutti così!

      Elimina
  2. Io pure c'avevo le dita appiccicate e me le hanno spiccicate da piccola piccola, la rottura è stata poi dover portare cerotti intorno alle due dita (quindi ritenendole appiccicate) perché uno si nascondeva sotto l'altro (e tende a farlo ancora) ... in Italia la risposta standard mi pare sia: non ci sono visite disponibili fino al 2035. Io sto aspettando che mi chiamino per operarmi al naso, rotto quando avevo 8 anni (ne ho 38), ma non operabile fino ai 18 (perché la chirurgia plastica sui minorenni no!) ... aspetto giusto da 20 anni ... nel frattempo mi sono operata nel privato! Non so che è peggio, non poter prendere appuntamento causa segretarie barricata o che te lo diano per 20 anni dopo ...

    RispondiElimina
  3. Anche da noi (Baden Wuttemberg) le segretarie in effetti voglio sapere subito di cosa si tratta.
    E ti dirò di più, anche la segretaria del mio ginecologo di milano!!! che fastidio!
    Comunque non ho mai ricevuto tanto ostruzionismo…
    i par di capire che parli bene il tedesco: perché non le fai a loro queste domande, la prossima volta? "Mi scusi, anche lei è un medico?" "No signora ma…" "Grazie, allora mi spiegherà queste cose il dottore, con tutto il rispetto per il suo lavoro, ma non ho chiamato per la sua opinione".
    E che cavolo!

    RispondiElimina
  4. Sì, è proprio così. Io abito a Monaco e tempo fa avevo bisogno di un'otorinolaringoiatra. Chiamo lo studio e mi risponde la segretaria a cui, su richiesta, ho descritto per filo e per segno i miei sintomi. Credevo avesse preso appunti, ma m’illudevo. Arrivo là il giorno dell'appuntamento e alla reception mi sento chiedere: "Per che cosa è venuta?". Ma scusa, e io al telefono che cosa l'ho detto a fare? Prendere due appunti no? Comunicare tra voi segretarie, neanche? Mi tocca ripetere tutto dal principio alla fine. Ma la cosa ridicola è che appena entrata nello studio del medico, mi sono sentita chiedere: "Allora, signora, per che cosa è venuta?". Ero trasecolata. MA VAFF%%%%%%. Ma me lo vuole chiedere anche la signora delle pulizie? Il tizio del piano di sopra? A distanza di mesi ancora mi chiedo come mai tutti mi facessero la stessa domanda per poi NON passarsi l'info tra di loro. Fastidiosissimo.

    RispondiElimina
  5. Una sera sono andato al pronto soccorso perchè dopo un'ora dall'assunzione di un Kaki gli occhi mi erano diventati due palloni, e continuavano a gonfiarsi, non posto le foto per decenza. La simpatica infermiera dell'Empfang mi ha risposto, con quella tipica espressione tedesca di quando hanno deciso che non sentono cxxxxi, che bastava andare dall'oculista il giorno dopo. Dopo alcune decine di minuti di amabile conversazione l'ho convinta a farmi visitare da un medico ricorrendo alla menzogna, dicendo che mi si stava gonfiando la gola e cominciavo a non riuscire a respirare. Ovviamente il medico ha confermato che si trattava di una reazione allergica, e che dati i sintomi, è necessario recarsi al prontosoccorso il prima possibile.

    RispondiElimina
  6. Anche io ce l ho attaccate in è entrambi i piedi. Indice e medio.. Ora ho 25 anni e non ho avuto problemi.. La stessa patologia ce l ha una mia zia e un cuginetto di 2 grado..pubblicherei una foto ma non so dove e come!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...